Corsi di teatro base per ragazze/i 10/12 anni - 13/16 anni in Toscana

  • Home
  • Corsi di teatro base per ragazze/i 10/12 anni - 13/16 anni in Toscana

Corsi di teatro base per ragazze/i 10/12 anni - 13/16 anni in Toscana

(Adolescenti)

CORSO DI TEATRO RAGAZZE E RAGAZZI IN TOSCANA CHIANTI

Provare non costa nulla

Un gioco? Un sogno? Un hobby? Che importa...i corsi sono aperti a tutti coloro che desiderino affacciarsi al mondo della recitazione anche senza alcuna esperienza in questo campo e la prima lezione è gratuita.

 Il corso di teatro 

Il corso ha una frequenza settimanale. Ogni lezione ha una durata di 2 ore. Alla fine del percorso annuale verrà messo in scena un saggio/spettacolo


Dove e quando


CORSO BASE dai 10 ai 12 anni

LUNEDì ore 17 - 19 (Colle di val d’ Elsa - Via Bologna 36 - SI)
LUNEDì ore 18 - 20 (Marcialla - Teatro Regina Margherita - Via A. Mori, 20 - FI)
MARTEDì ore 17 - 19 (Loc. Pancole 10 - San Gimignano - SI)
MERCOLEDì ore 17 - 19 (Marcialla - Teatro Regina Margherita - Via A. Mori, 20 - FI)
MERCOLEDì ore 17 - 19 (Poggibonsi, Via Gaetano Pieraccini, 169 SI)
GIOVEDì ore 18 - 20 (Montespertoli - Biblioteca Comunale - via S. Sonnino 1 - FI) 
VENERDì ore 17.30 - 19.30 (San Donato in Poggio - Via Senese, 9 FI)


CORSO INTERMEDIO dai 13 ai 16 anni

LUNEDì ore 18 - 20 (Barberino Val d'Elsa Piazza Capocchini, 9 FI)
GIOVEDì ore 17 - 19 (Colle di Val d'Elsa Via Bologna, 36 SI)
GIOVEDì ore 17 - 19 (Poggibonsi, Via Gaetano Pieraccini, 169 SI)
VENERDì ore 18 - 20 (Poggibonsi, Via Gaetano Pieraccini, 169 SI)


CORSO AVANZATO dai 16 ai 18 anni

MARTEDì ore 17 - 19 (Poggibonsi, Via Gaetano Pieraccini, 169 SI)



Prenota la tua prova gratuita in 2 mosse!

1) Scrivi un messaggio whatsapp al 3337811860 (clicca l'icona di whatsapp in basso a sinistra): Nome Cognome genitore e figlio / "prova teatro ragazzi"/ sede (in cui vorresti fare la prova)

2) Attendi la nostra conferma della prenotazione 

Chiamaci al 3337811860 o mandaci una mail a info@teatroriflesso.it se vuoi avere ulteriori informazioni. 

 

Il programma del corso Nove mesi in poche righe 

Durante il percorso laboratoriale verranno proposte attività utili a raggiungere i seguenti obiettivi: 

 

Creare il gruppo. 

Questo primo step è di grande importanza per acquisire o migliorare alcune importanti competenze: saper condividere idee e difficoltà, comunicare correttamente nel rispetto degli altri, acquisire fiducia in sé stessi e nel gruppo.

Apprendere divertendosi                                                                                                                                         

La nostra pedagogia d’insegnamento fonda le proprie radici nel gioco. Questa condizione ci permette di insegnare le basi del teatro (uso della voce e del corpo per imparare a trovare il nostro agio sul palco) con leggerezza. Creiamo personaggi. Improvvisiamo e modelliamo nostro piacimento brani teatrali o di narrativa; inventiamo nuove lingue e camminate fantasiose. Liberiamo la nostra fantasia nella creazione artistica.


Consapevolezza fisica

Il nostro corpo comunica sempre (comunicazione non verbale), è importante sapere che cosa sta comunicando.

Acquisire consapevolezza fisica (propriocezione) significa capire come muovo il mio corpo (come e dove lo “metto”) anche in una semplice camminata. Ad esempio, per un attore o un’attrice è importante sapersi muovere in uno spazio limitato (come potrebbe essere un palcoscenico) in modo organico, senza sbattere contro le altre persone o contro gli oggetti anche quando lo spettacolo richiede azioni incalzanti. Inoltre è fondamentale accorgersi se esistono tensioni fisiche e lavorare per scioglierle.

L’azione scenica

Dopo che ho re-imparato a camminare e a muovermi con consapevolezza posso utilizzare il mio corpo come uno strumento d’espressione in accordo con la voce per dare vita ai personaggi che interpreto.

La memoria fisica e la memoria emotiva

E` fondamentale imparare a “fare memoria” in un modo nuovo ed efficace che tiene conto della logica del discorso e delle azioni e gesti che compongono la sequenza ritmica dell’azione scenica. 

Nota: tranquilli potete anche dimenticare una battuta. Arriverete in fondo all’anno che saprete come fare ad uscire dell’impasse.

 Vorrei fare teatro per “conoscerMi”. E´ possibile? 

Il teatro è una forma di comunicazione che stimola lo sviluppo consapevole dei canali della comunicazione: verbale (voce), non verbale (il linguaggio del corpo) e paraverbale (tono volume, pause… ). Nell’ambito della recitazione infatti diventa indispensabile utilizzarli con metodo per poter aderire alle “esigenze di copione”. 

 

 Vorrei vincere la timidezza, conoscere nuove persone, sentirmi più sicura! 

Queste sono alcune motivazione che spingono i ragazz* ad iscriversi ad un corso di teatro. 

Un laboratorio di recitazione, che venga erogato nel rispetto dell’etica e della deontologia professionale, può aiutare a migliorare alcune importanti competenze come l’autostima e l’autoefficacia. Esse diventano importanti quando si tratta di affrontare in modo funzionale la vita quotidiana in termini di relazioni familiari, sociali e scolastiche. Nell’ambito di un corso di recitazione ci possiamo sperimentare in uno spazio protetto dove regnano il rispetto, l’empatia e l’assenza di giudizio, Imparare a mettersi in gioco in un gruppo dove non c’è giudizio ma confronto aiuta i ragazz* a prendere fiducia in se stessi e ad affrontare il mondo in modo diverso.

 A che serve fare lo spettacolo? Io non me la sento di andare in scena! Non basta fare il laboratorio? 

La risposta a queste domande, che spesso ci pongono gli allievi, è racchiusa in un concetto fondamentale. 

Non è importante esibirsi ma è utile che qualcuno sia testimone del nostro cambiamento e degli obiettivi che abbiamo raggiunto!

Infatti per mezzo di tutte le attività formative che la nostra scuola propone durante il percorso annuale l’alliev* avrà l’occasione di sperimentarsi in qualcosa di nuovo e di diverso dal proprio agire quotidiano. Amplierà la conoscenza di sé.

 

 Il teatro è noioso e polveroso? 

In effetti, il palcoscenico si impolvera spesso e a volte anche gli attori e le attrici sembrano subire gli effetti di quella polvere vivendo di “gesti d’effetto” e cliches sempre uguali.

Noi di teatro riflesso abbiamo scelto una strada che ci consente di evitare questi problemi:

1 Noi il palcoscenico lo spolveriamo e lo laviamo anche! L’igiene prima di tutto!

2 I nostro è un teatro che conta molto sul corpo come mezzo espressivo (oltre alla voce). Muovendo il corpo nello spazio creiamo l’effetto tappeto scosso: la polvere la rimuoviamo col movimento!

3 La noia la vinciamo col sorriso! Il teatro è serio ma non serioso. Ci prendiamo sul serio ma non troppo. Ridere è un ingrediente fondamentale per il nostro equilibrio psicofisico!

 

Scrivici

Compila il form oppure manda un'email a info@teatroriflesso.it

Nome

Cognome

Email

Telefono

Messaggio

   Privacy* Do il consenso al trattamento dei miei dati
Leggi l'informativa

* Obbligatorio

Teatro Riflesso