Stage di Contact Improvisation. (aperto a tutti anche per non danzatori)

  • Home
  • Stage di Contact Improvisation. (aperto a tutti anche per non danzatori)

Stage di Contact Improvisation. (aperto a tutti anche per non danzatori)

(Adulti,Adolescenti)

1 febbraio 2020

Orario: 15 - 18 Durata 3h

Sede: Colle di Val d'Elsa

Prezzo: € 25,00

Cosa significa sentire il proprio peso? Come possiamo condividerlo con un partner? E come muoverci insieme in un asse condiviso, che può in tutti i momenti andare in qualsiasi direzione? 


Cosa succederà

Partendo da una pratica somatica individuale arriveremo ad entrare in contatto, nell’idea che la presenza in me favorisce la qualità della relazione con l’altro. 

Durante questo workshop di tre ore esploreremo alcune basi di questa forma di danza nata negli anni ‘60 in America da un danzatore in particolare, Steve Paxton, insieme ad un gruppo di atleti e danzatori, che esplorando le cadute, l’improvvisazione nel contatto fisico ed altri principi fisici sono arrivati a definire con un nome questa danza ma anche a lasciarla una forma aperta e viva. Una scelta inusuale.


Lavoro da soli e in coppia

Entreremo sia nell’Improvvisazione che nel Contatto, principalmente da soli e in coppia in questo primo incontro. Lavoreremo su alcune delle possibilità che ci offre la Contact Improvisation ci permette di ascoltarsi e ascoltare, giocare, guidare e seguire, e inventare istante dopo istante un dialogo tra me e l’ambiente circostante.


Biografia Marta iucci 

Da sempre nel mondo dello sport si diploma a Roma nel 2011 come insegnante di Feldenkrais, pratica somatica che la porta subito alla danza e nello specifico alla Contact improvistion, di cui si appassiona e continua a studiare assiduamente fino ad oggi. 

Collabora a Pontedera con lo Spazio Nu, lavora in Italia e in Francia con seminari, lezioni di gruppo e individuali. Tra i tanti insegnanti incontrati in questi anni, emergono in particolare: Nancy Stark Smith, Nita Little, Ray Chung, Martin Keogh e Asaf Bachrach. Continua a dedicarsi: alla danza contemporanea, al floorwork e alla capoeira; è appassionata anche di meditazione ed ecologia, tutti aspetti che entrano come elementi di sfondo nel suo lavoro dedito al movimento e alla consapevolezza.

Scrivici

Compila il form oppure manda un'email a info@teatroriflesso.it

Nome

Cognome

Email

Telefono

Messaggio

   Privacy* Do il consenso al trattamento dei miei dati
Leggi l'informativa

* Obbligatorio

Teatro Riflesso

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione (vedi Policy);    -    Continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookies OK